Raffica di furti in casa Il sindaco chiede aiuto

Casorezzo, l’appello del primo cittadino: “Serve denunciare e segnalare”. E in paese pronti a varare nuovi varchi e attivare occhi elettronici
di GIOVANNI CHIODINI

Non c’è zona del paese risparmiata dai ladri. Le segnalazioni sono frequenti. Così come gli allarmi che scattano anche in piena notte (nonostante il coprifuoco). Alcuni residenti della zona residenziale accanto alla cappella di San Salvatore dicono che, per la paura di trovarsi un ladro in casa, non dormono di notte. L’ultimo episodio si è verificato sabato, alle 3 di notte: i ladri hanno forzato una porta e sono entrati in una abitazione. Un furto è stato messo a segno in una villetta di via Cesare Battisti. I ladri, costretti a lasciare la casa con un misero bottino, hanno pensato di rifarsi nella villetta a fianco ma non sono potuti entrare perché i residenti hanno sentito dei rumori ed hanno acceso le luci. Altri furti sono stati segnalati in via Gorizia. Gli inquirenti hanno motivo di ritenere che si tratta di un gruppetto di persone che mettono a segno queste effrazioni. In merito a questa situazione che crea allarme sociale anche il sindaco Pierluigi Oldani ha ritenuto di intervenire lanciando un appello sulla pagina social del Comune, sollecitando soprattutto le persone che non lo hanno ancora fatto a denunciare gli episodi. “I Carabinieri stanno seguendo attentamente le circostanze e l’evolversi dei fatti – assicura il sindaco -. È importantissima la collaborazione dei cittadini: occorre denunciare, segnalare, fornire descrizioni e altri elementi che possano aiutare le forze dell’ordine in fase di indagine”. Lo stesso sindaco poi aggiunge che “questo è ancor più il momento di fare comunità, tenendo gli occhi aperti e chiamando immediatamente i Carabinieri e la Polizia locale se si nota qualcosa di insolito. Il punto è sempre lo stesso: lavoriamo insieme per la sicurezza di tutti. Coraggio”. E pare che qualche risultato questo appello l’ha prodotto: già diverse persone hanno raccontato a carabinieri e vigili alcuni particolari che possono essere utili in sede di indagine.

L’impegno per una Casorezzo sempre più sicura è comunque una proprità dell’amministrazione. Tra qualche settimana sarà rinnovato l’impianto, ormai obsoleto, delle telecamere poste nei siti più sensibili del paese. “Il progetto era pronto da tempo ma per varie ragioni l’abbiamo dovuto rimandare. Adesso siamo pronti. L’appalto è già stato fatto. Abbiamo finanziato anche le telecamere per due varchi che verranno posti sulle strade di accesso al paese. Se avremo un avanzo di amministrazione finanzieremo entro quest’anno anche la posa di altri due varchi” assicura lo stesso sindaco.

Fonte: Il Giorno https://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/raffica-di-furti-in-casa-il-sindaco-chiede-aiuto-1.6192783

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *