Lecce, tenta il furto in appartamento: preso

La polizia ha rintracciato l’uomo mentre cercava di entrare in casa dalla terrazza

Lecce – Tenta il furto in due appartamenti, arrampicandosi sulle terrazze, ma viene scoperto ed arrestato. È stato fermato in flagranza di reato Adnan Ibrahim, un cittadino pakistano, autore di altri furti e danneggiamenti in città.

Alle prime luci dell’alba, dopo aver suonato ai citofoni di due attici nel  quartiere Rudiae, non ottenendo risposta ha pensato che in casa non vi fosse nessuno. I proprietari, però, erano in casa, e si sono presto accorti che l’uomo stava cercando di entrare nei loro appartamenti.

Ibrahim è salito fino alle terrazze e poi da lì ha cercato di entrare in casa. I proprietari a quel punto hanno allertato la polizia che ha bloccato l’uomo mentre cercava di introdursi nel
secondo appartamento.

L’uomo già era stato notato in città. Nei primi giorni di maggio, in piazzale Oronzo Massari e nei pressi della stazione ferroviaria,  ha dato alle fiamme alcuni carrellati della differenziata e una colonnina della rete elettrica. Ha anche minacciato un addetto alle pulizie dello scalo ferroviario che aveva
chiamato il 113 e che lo aveva riconosciuto come colui che diversi giorni prima
aveva scaricato gli estintori all’interno della sala d’attesa dello scalo ferroviario, danneggiandola.

Altri danneggiamenti in un parco ricevimenti sulla via Adriatica per Torre Chianca, e nei bagni pubblici di via Manzoni. Ibrahim nell’ottobre 2018 venne arrestato per aver aggredito e palpeggiato una donna, nei pressi della stazione ferroviaria. Condannato, era ritornato in libertà ad aprile dell’anno scorso.

Adesso è di nuovo in carcere. La questura ha già avviato le pratiche per la revoca del permesso di soggiorno,rilasciato per scopi umanitari.

Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno https://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/news/lecce/1303651/lecce-tenta-il-furto-in-appartamento-preso.html

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *