GUIDONIA - Furti in casa, ladre riprese in azione

Ieri pomeriggio due ragazze di apparente etnia rom hanno preso di mira un condominio di via Umbria a Villalba: il furto fallisce.

Agiscono con disinvoltura, una fa da palo mentre l’altra scassina la porta. Sono giovani ma dalle immagini appaiono molto esperte in furti d’appartamento.

Sono le due ragazze di apparente origine rom che ieri pomeriggio, mercoledì 19 maggio, hanno preso di mira un condominio a tre piani di via Umbria a Villalba di Guidonia.

Il filmato documenta un modus operandi collaudato utilizzato per l’irruzione, quelo della scheda.

Così la ragazza con la maglia bordò prova ad aprire la porta blindata utilizzando la lastra, ma evidentemente i proprietari uscendo hanno chiuso con le mandate per cui il colpo fallisce.

Nel frattempo la ragazza con la maglia celeste, tenendo d’occhio le scale, origlia alla porta del dirimpettaio con un duplice obiettivo: assicurarsi che non si accorga del furto in corso a casa del vicino e soprattutto che sia vuota. Tant’è che subito dopo anche lei tenta di aprire l’uscio con la solita tecnica della scheda.

Pare che, una volta salite al terzo piano, le due ragazze avrebbero suonato alla porta di un altro appartamento per sincerarsi che fosse vuoto. Quando si sono trovate davanti la proprietaria, le avrebbero chiesto: “C’è Giulia?”.

E poi si sono dileguate.

Vale la pena ricordare che stamane, giovedì 20 maggio, a Villalba – ma nella zona dei Villini – un uomo e una donna hanno forzato il portone della palazzina di famiglia del consigliere comunale della Lega Arianna Cacioni.

L’amministratrice pubblica insieme alla mamma li hanno sorpresi lungo le scale.

“Mia madre – ha racconta a Tiburno Arianna Cacioni -gli ha chiesto chi fossero, loro hanno risposto che cercavano una certa Lucia ma nel nostro condominio non esiste nessuna che si chiami così”.

Fonte: Tiburno tv https://www.tiburno.tv/2021/05/20/guidonia%E2%80%88-furti-in-casa-ladre-riprese-in-azione/

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *