Furti seriali ai distributori automatici, due arresti e un obbligo di firma: ladri identificati grazie ai tatuaggi

I poliziotti della Squadra Mobile e i carabinieri di Fidenza hanno analizzato le immagini delle telecamere e sono riusciti a risalire ai responsabili

Hanno portato a termine, nel periodo compreso tra novembre del 2020 e febbraio del 2021, numerosi furti ai danni di piccoli supermercati e distributori automatici: tre uomini, le cui iniziali sono C.P. di 33 anni, Z.D. di 25 anni residente a Sorbolo Mezzani e O.G., di 26 anni residente a Collecchio sono stati raggiunti da un’ordinanza di custoria cautelare con le accuse di ricettazione, furto aggravato in concorso e tentato furto. Il 33enne C.P. è finito in carcere: avrebbe partecipato a ben cinque colpi. Per gli altri due, il 26enne e il 25enne, l’autorità giudiziaria ha disposto l’obbligo di firma. Il 26enne, però, non ha rispettato le disposizione ed è finito in via Burla. 

Le indagini, condotte dalla Squadra Mobile di Parma e dal Norm Carabinieri di Fidenza sono iniziate dopo le denunce sporte dai titolari di alcuni esercizi di vendita al dettaglio – negozi alimentari, video shop e tabacchi – di Parma e di Fidenza. Nel periodo compreso tra novembre e dicembre 2020, sempre in orario notturno, avevano subito dei furti o dei tentati furti con forzatura dei propri distributori automatici self service. Grazie alle immagini delle telecamere gli investigatori, che hanno effettuato un prezioso lavoro di comparazione tra i vari frames, sono riusciti ad identificare i malviventi, anche grazie al riconoscimenti di alcuni tatuaggi. 

Il 33enne si sarebbe introdotto, insieme al 25enne all’interno di un “Open Shop24” di Parma impossessandosi della cassa e della gettoniera rendiresto del distributore del caffè, per un bottino di 500 euro. Inoltre, si sarebbe reso responsabile di furto di un’autovettura all’interno di un cortile condominiale di via Milano a Parma e del furto della somma di 500 euro forzando un distributore automatico h24 di bevande calde di Fidenza. Sempre il 33enne avrebbe rubato 150 euro avrebbe rubato da un distributore automatico di Fidenza. Nella notte di Natale 2020 ha tentato di rubare l’incasso del distributore automatico h24 di bevande calde di Fidenza.

Il 26enne avrebbe tentato altri furti, soprattutto di bottiglie di alcolici all’Esselunga di via Emilia Ovest, dell’Ipercoop di Centro Torri, di Famila di Collecchio. Il modus operandi era sempre lo stesso: nascondeva le bottiglie all’interno del proprio zaino per poi cercare di uscire: il giovane è stato sempre bloccato dal personale che si occupa di sicurezza. 

Fonte: Parma Today https://www.parmatoday.it/cronaca/furti-seriali-nei-supermercati-e-nei-distributori-automatici-ladri-identificati-grazie-ai-tatuaggi.html

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *