Furti nei negozi chiusi per Covid: presi tre giovani veneziani

I carabinieri sono risaliti agli autori di 18 colpi nel sestiere di Cannaregio. Visionate 100 ore di filmati della videosorveglianza. Recuperata gran parte del bottino

VENEZIA. Il nucleo operativo e quello natanti della compagnia carabinieri di Venezia hanno denunciato tre giovani veneziani, residenti nel centro storico, ritenuti i responsabili di 18 furti in attività commerciali cittadine, al termine di un’indagine, condotta anche con le unità cinofile di Torreglia (Padova), che ha portato anche al recupero di gran parte del bottino.

I colpi erano stati messi a segno nel cuore della notte, in gran parte nel sestiere di Cannaregio, contro diversi negozi che erano rimasti chiusi per via le disposizioni anti-Covid, in particolare negozi di generi alimentari, con danni ingenti alle strutture e ai serramenti, superiori spesso al valore del denaro o della merce rubati.

I militari hanno visionato oltre 100 ore di filmati della videosorveglianza cittadina, forniti dalla polizia locale, incrociando l’analisi di oltre 1.000 tabulati e le impronte lasciate dalla banda nei negozi. Nei loro confronti viene ipotizzato il reato di furto aggravato in concorso; il materiale è stato sequestrato restituito ai proprietari.

Fonte: La Nuova di Venezia e Mestre https://nuovavenezia.gelocal.it/venezia/cronaca/2021/04/08/news/furti-nei-negozi-chiusi-per-covid-presi-tre-giovani-veneziani-1.40124676

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *