Auto in sosta nel mirino dei ladri «Una passeggiata costata cara»

Canzo: il fenomeno si ripete. Presa di mira una Ford al parcheggio di Gajum

Furti alle auto in sosta a Merone, ma anche Canzo e ad Eupilio. Nelle ultime settimane con il diminuire delle restrizioni si sono risvegliati i ladri e si segnalano almeno sei colpi in breve tempo.

L’ultimo furto al parcheggio di Gajum ad una Ford Fiesta, i proprietari martedì avevano deciso per una camminata verso Terz’Alpe. «Al nostro ritorno abbiamo trovato il finestrino della macchina rotto e hanno rubato lo zaino che ho lasciato nel baule, c’erano le chiavi di casa e del negozio in cui lavoro, le chiavi dell’auto, degli airpods e degli occhiali da sole. Il furto probabilmente poco dopo le 15 quando abbiamo lasciato l’auto nel parcheggio», spiega l’interessato.

I ladri hanno, come capita praticamente sempre, rotto il vetro laterale in questo caso però quello triangolare: «Hanno spaccato il finestrino lato guidatore, aperto la portiera e poi dall’interno hanno abbassato il sedile posteriore per accedere al baule. I contanti erano con me, quindi non ne hanno trovati. Sono di Saronno e lavoro a Milano ero venuta a Canzo per fare quattro passi».

Infine l’appello: «Mi dicono che poi, dopo aver preso quanto di loro interesse, buttano lo zaino: era uno zaino nero Guess all’interno avevo solo delle chiavi se qualcuno lo trovasse può rivolgersi alla polizia locale di Canzo».

La polizia locale invita a fare attenzione: «In alcuni casi si può pensare i ladri abbiano anche visto le persone lasciare lo zaino in auto, per esempio se viene lasciato nel baule come capitato a Gajum. Non bisogna lasciare nulla in auto soprattutto non bisogna lasciare nulla in vista per non attirare l’attenzione dei ladri». (G. Cri.)

Fonte: La Provincia di Como https://www.laprovinciadicomo.it/stories/Erba/auto-in-sosta-nel-mirino-dei-ladri-una-passeggiata-costata-cara_1398098_11/?__cf_chl_jschl_tk__=d0f147ee23c700b95aabc67ef0bdb2b8dd7943bd-1622816501-0-AfWcJdG2dRTcSPjoUcN9nn1kUlCZ5PEMdCWEOSqoXE8AyOKHE3OuNxBV1dwlLB3bqHgsdXzKa9CQO5d-OsW4Wjas6AHYqjgylwkbsyC5XTzTRpVfMXeSiyE2S3KCeAteJsSp7b7d9GMvBPJAa4KnkoqmKXiMYvHVxJHFW79bPNQU7BRmLWPrQ22qUzNnPyMl4uTTseXw156008GYp4I25vjsMvpFTWVjb6eUsuYHx6h8GSGoavtmFOeYpkvaNMuyweavBQAC2u_D2ZBoCOAayhEj3170x6fR7EqMobNYGGvsDdJUyv6k_bdV3U0E9NavMeSypQCw7KBFyeLJmoiAu22X2YNFT83rmEzR7fDj_JBP7zs-aLtVmTJ8RmjfFuP0Sy-JoST9UcfFHzdzYZ3wW28niNK38Id8ei0Ahl4dYImknuINVjNfe3Ai4UtlR2_IX6u_QUHNZ4-ays36snBjJ9_S5OmmLy5am6ljtXJh4u4hxUYepEHuxjlld6QIZmFwGHA9Kz61zcTw9Q0G4LfA74Qz_YBn6zRiUgTBpmz2zy65X2OZJFbUpwTx8_Zs5h772g

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *