Furti dentro le auto grazie allo strumento che disinnesca l’antifurto, ventenne arrestato dalla polizia.

6Feb - by MaiPiuFurti - 0 - In Furto Auto

Furti dentro le auto grazie allo strumento che disinnesca l’antifurto, ventenne arrestato dalla polizia.

Con un disturbatore di frequenza disinnescava gli antifurto delle auto così poteva introdursi e rubare gli oggetti dentro l’abitacolo. Tenuto conto della refurtiva che è stata trovata nella sua abitazione, di furti ne avrà commessi tanti. L’ultimo però è stato per lui fatale. Così, un ventenne cittadino italiano originario del Cile, con diversi precedenti per reati contro il patrimonio, è stato arresto per furto aggravato.

Gli agenti della squadra mobile in servizio in borghese nella zona di corso Vercelli, da dove erano giunte diverse segnalazioni di furti a bordo delle auto, nella tarda mattinata di giovedì hanno notato un giovane che si aggirava con fare sospetto tra le auto in sosta. In via Buonarroti, dopo avere aperto l’auto di una donna senza però trovare nulla da rubare, si è diretto verso un’altra auto appena parcheggiata. Il giovane l’ha aperta e ha rubato dall’interno una borsa contenente degli effetti personali del proprietario ma è stato subito fermato dagli agenti in borghese.

Il ventenne, alla vista dei poliziotti, ha tentato di disfarsi di un Jammer, ovvero un disturbatore di frequenze che inibisce la chiusura centralizzata delle autovetture.  Nella casa del pregiudicato, occultati sotto il letto, gli agenti hanno trovato numerosi zaini e borse, dieci paia di occhiali di varie marche, quattro smartphone, due orologi di valore e un set di frese odontoiatriche, tutto materiale proveniente da furti commessi nell’ultimo periodo con la stessa tecnica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *