Furti, negoziante disperata scrive ai clienti: “Pronta a chiudere”.

21Gen - by MaiPiuFurti - 0 - In Furti Negozi

Maria Antonietta Patria, proprietaria della profumeria in via Savoj, a Lendinara, ha preso carta e penna e ha scritto direttamente ai suoi clienti. Dopo aver subito l’ennesimo furto ha fatto l’unica scelta per lei possibile. La negoziante annuncia infatti senza mezzi termini di essere pronta a chiudere il suo amato negozio dopo 40 anni di attività.

«Grazie per essere stati miei clienti e per aver scelto ‘Profumeria Patria’ per i vostri acquisti o per i vostri regali, e soprattutto grazie per la solidarietà e l’affetto che mi avete dimostrato in uno dei momenti più scuri della mia esperienza lavorativa – è scritto nella lettera affissa alla vetrina del negozio –. È difficile rialzarsi dopo l’ultimo furto subìto, dove allarmi, telecamere e grate di protezione si sono rivelati inutili. Diventa impossibile farlo dopo aver visto gli scaffali svuotati e il negozio devastato, disseminato di calcinacci, schegge di specchi e merce rotta. La mia diventa, quindi, una decisione quasi obbligata. Profumeria Patria svuota tutto (prima che ci pensino di nuovo i ladri) e chiude l’attività».

Sconti dal 20% al 50% prima, liquidazione totale poi per cessazione di attività. Maria Antonietta ha deciso così di svuotare il suo negozio, tra profumi e prodotti di bellezza griffati. Una decisione che dopo tanti anni di lavoro e di sacrificio costa molto alla titolare, nonostante negli ultimi anni abbia dotato il suo negozio di tutte le precauzioni possibili, dall’allarme, all’inferriata, alle telecamere. Il primo furto lo subì nel 2005; il secondo nel 2008. L’ultimo è avvenuto lo scorso novembre ed è stato il colpo di grazia che ha spinto Antonietta a prendere una decisione drastica. «Dopo quarant’anni chiudo la profumeria, impossibile rialzarsi dopo il terzo furto», così comunica la sofferta decisione prima di tutto ai suoi affezionati clienti e poi alla città che per così tanti anni ha ospitato la sua attività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *